Warning: file_get_contents(http://www.linkedin.com/countserv/count/share?url=http://www.danielesegre.it/luciana-castellina-comunista/&format=json): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.0 404 Not Found in /web/htdocs/www.danielesegre.it/home/wp-content/plugins/tk-social-share/tk-social-counter.php on line 145

Cristiana Paternò/http://news.cinecitta.com/

“Raccontare Luciana Castellina non è stato facile. La ricchezza della storia, della cultura e dei ricordi di Luciana sono stati per me un nutrimento straordinario e fondamentale per testimoniare una vita importante ed esemplare nella sua complessità e passione”, spiega Daniele Segre, che dal 10 marzo porta in libreria con Fandango Libri il suo documentario Luciana Castellina, comunista accompagnato da un libro di Luciana (A proposito della Fiat, un inedito colloquio tra Luciana Castellina e Giorgio Airaudo, a lungo segretario della Fiom di Torino).

“Nonna, ma davvero tu sei comunista?” Inizia con un aneddoto il film, un piccolo squarcio di vita privata con il nipote Vito, un episodio da cui trapela tutta la sua ironia. Militante, giornalista, esponente politica, parlamentare italiana ed europea, scrittrice: Daniele Segre dedica a Luciana Castellina il suo nuovo ritratto d’autore, catturandola tra gli echi del mare della casa all’Argentario e le tante fotografie della sua abitazione di Roma. A partire da questo incipit, il regista compie insieme alla sua protagonista il percorso di una vita: dalle scuole con Anna Maria Mussolini ai tempi del fascismo al risveglio della coscienza politica, con la militanza nelle fila del PCI e la cruciale esperienza de il Manifesto, di cui è stata protagonista per decenni. E le numerose esperienze nel mondo, le lotte pacifiste, gli incontri e la sua “tribù” – come lei definisce la sua famiglia – con gli amici di una vita. Il film traccia il ritratto di un personaggio politico nel senso più ampio, più appassionato e più nobile, nella cui esistenza s’intrecciano vicende personali e un mondo in continua mutazione. La politica coincide con la scoperta del mondo, la speranza nella giustizia sociale, l’esperienza formativa di realtà diverse dalla propria, la fatica, il viaggio, la guerra, i comizi, il cinema, gli intellettuali francesi e gli operai della Fiat, la diplomazia internazionale, l’amicizia.

Nel cofanetto anche il libro A proposito della Fiat Un inedito colloquio fra Luciana Castellina e Giorgio Airaudo. Airaudo, accompagnato da un breve scritto di Maurizio Landini, segretario nazionale Fiom. A completare il libro due scritti “d’epoca” di Luciana Castellina: Rapporto sulla Fiat (1969); Un metalmeccanico italiano non accetterebbe mai di vivere come il suo collega di Detroit (1973).

Mercoledì 12 marzo ore 18 il cofanetto sarà presentato alla Libreria Feltrinelli in Via de’ Cerretani 30/32 a Firenze dall’autrice e da Tommaso Fattori e Pancho Pardi; giovedì 13 marzo alle ore 18 alla Libreria Feltrinelli di Piazza Ravegnana 1 a Bologna interverranno insieme all’autrice Stefano Bonaga, Francesco Garibaldo e Giancarlo Vitali; lunedì 24 marzo alle ore 18.30 alla Libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte 2 a Milano interviene insieme all’autrice Daniele Segre; domenica 30 marzo alle ore 10.30 il film sarà proiettato al Cinema Massimo in Via Verdi 18 a Torino a ingresso libero. Saranno presenti in sala Daniele Segre, Luciana Castellina e Giorgio Airaudo.