Viaggio all’interno del mondo dei travestiti e transessuali dal Sud (Puglia e Campania soprattutto) che si prostituiscono sui marciapiedi di Torino dove vivono in fatiscenti case a ballatoio. Frutto di una ricerca di due anni e mezzo, il film consiste in un passaggio continuo, quasi impercettibile, dal documentario alla finzione e viceversa, all’insegna del rispetto e della delicatezza. Montaggio di Roberto Perpignani, fotografia di Bruno Adamo. Trasmesso con qualche taglio dalla RAI. Gabbiano d’oro ad Anteprima per il cinema indipendente di Bellaria. Il Morandini – Dizionario di Cinema – Zanichelli

Rassegna stampa

Leggi tutti gli articoli correlati