VECCHIE – Autoanalisi in camicia da notte – Daniele Segre parla di “Vecchie”, confessioni intime tutte in una claustrofobica stanza

Nicolò Menniti Ippolito/ Il Manifesto Non vuole che si differenzi tra documentari e fiction, «esiste solo il cinema», ma questa volta Daniele Segre è arrivato a Venezia con un film diverso: «Avevo voglia di tornare a lavorare con gli attori a distanza di dieci anni da Manila Paloma Blanca, ma non avrei mai girato questo…

Leggi di più

Noi “Vecchie” per Daniele Segre – Parlano le due protagoniste del lungometraggio

Media News Media News – 28 Dicembre 2002 Difficile raccontarsi, soprattutto in una realtà come la nostra, sovraeccitata di informazioni ma ben poco disposta ad ascoltarsi e ad ascoltare. Proprio per questo un’opera come “Vecchie” è importante, perché nel baillame che viviamo ogni giorno questo film di Daniele Segre ha un compito molto importante: recuperare…

Leggi di più

VECCHIE

Alias (Supplemento settimanale de “Il Manifesto”) Ore di video che due attrici (Barbara Valmorin e Maria Grazia Grassini) hanno registrato sulle proprie reciproche storie sono diventate un film presentato alla mostra di Venezia, premiato ad Annecy e poi uno spettacolo teatrale diventato un caso. Quelle signore, Agata e Letizia, parlano dall'alba al tramonto, senza ombra…

Leggi di più

Vecchie è una sorta di Ufo

Maurizio G. De Bonis -cinema.dada.net In un sistema cinematografico in cui, come sostiene Daniele Segre, il modello è il divismo e nel quale, aggiungiamo noi, il linguaggio televisivo ha invaso da tempo il territorio del cinema, il lungometraggio Vecchie è una sorta di Ufo, di oggetto espressivo impossibile da ingabbiare in schemi di carattere commerciale.…

Leggi di più

Due donne, due sedie e un tavolo

recensione di FilmTV Due donne, due sedie e un tavolo: Daniele Segre, sfidando ancora una volta i limiti dell'audiovisivo, registra, osserva, ruba, lasciando spazio al veleno, al fumo delle sigarette le sue bravissime protagoniste. Un bel coraggio mostrarsi semisfatte, in vestagliaccia casalinga e (in)quieta, senza potersi spostare dal delimitato set, senza un appoggio scenografico che…

Leggi di più