L’esperto colpisce ancora

veneziafilmfestival.com Autentico capolavoro italiano di questa edizione, Vecchie di Daniele Segre, è un film insuperabile, girato in bianco e nero con una cinepresa fissa su due sedie in cui insieme o a volte sole due anziane parlano, discutono, ragionano a voce alta. Siamo d'estate in una casa di vacanza, ma manca l'acqua calda, i materassi…

Leggi di più

Tre donne al cimitero per parlare di vita

GABRIELLA GALLOZZI/http://www.bookciakmagazine.it/2797-2/ È “Morituri” il nuovo lavoro di Daniele Segre presentato a Torino. Telecamera fissa e lunghi piani sequenza per una storia al femminile di esistenze sospese. Con interpreti straordinarie… Stiamo parlando di Morituri, passato al Torinofilmfest, terzo “quadro”, di una trilogia destinata sicuramente a crescere (è già in preparazione il quarto) in cui l’autore…

Leggi di più

Morituri: riposate in pace

Luca Canale Brucculeri/www.cinematographe.it Daniele Segre, grande regista italiano, Artista con la A maiuscola, ha iniziato la sua attività come fotografo, per passare poi negli anni settanta al cinema di documentazione sociale realizzando documentari, film di fiction, servizi per la televisione. Dal 1996 è docente di regia alla Scuola nazionale di cinema (Centro sperimentale di cinematografia)…

Leggi di più

Daniele Segre: piano sequenza al cimitero

Cristiana Paternò/http://news.cinecitta.com/55/65420/daniele-segre-piano-sequenza-al-cimitero.aspx#. TORINO – “Mi riempiono di premi, lauree ad honorem e medaglie, ho avuto persino quella del presidente della Repubblica Napolitano, ma non trovo distributori per i miei film e la Rai non ha mandato in onda Morire di lavoro, sugli incidenti nei cantieri edili in Italia, che pure è stato presentato al Parlamento…

Leggi di più

Daniele Segre: vi racconto Morituri, il mio prossimo film : il 15 gennaio 2015 nell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli di Torino sarà presentato lo studio dello spettacolo teatrale realizzato insieme al film

Chiara D’Ambros /http://giornaledellospettacolo.globalist.it/ Com’è nata l’dea di questo nuovo progetto cinematografico? L’idea prosegue la mia ricerca del lavoro con gli attori e il terzo quadro di una trilogia di film ad inquadratura unica. Dopo Vecchie del 2002 e Mitraglie al verme del 2004. Oggi c’è Morituri. Perché questa scelta dell’inquadratura unica? Semplicemente è un ground…

Leggi di più